Di chi ti fidi veramente?  ...segue

07.11.2021

Tra i Rimedi floreali, il Dottor Bach, scopre nel giardino di una villa inglese, questo piccolo fiorellino di un color azzurro cielo, Cerato (Ceratostigma Willmottiana), che viene inserito nel gruppo per gli stati emozionali riferiti all'incertezza.

Mai come oggi l'incertezza è parte delle nostre giornate. La vita stessa si compone di elementi incerti, la salute, il lavoro e molti altri aspetti. Non esiste alcuna sicurezza quando siamo in balia degli eventi, nel turbinio delle situazioni anche quelle quotidiane...lo sa bene il comandante di una barca che a fatica cerca di mantenere la rotta tra le onde di un mare in tempesta e deve decidere il da farsi, rapidamente, senza indugi e forse darebbe qualunque cosa per trovarsi al riparo, in una baia sicura.

Ma allora se tutto è così evidentemente non-sicuro, temporaneo e incerto, su cosa e su chi possiamo basarci, riporre la nostra fiducia, con-fidare, considerare affidabile e credibile per agire al meglio?

Cerato ci aiuta a fidarci di noi stessi, a riprendere in mano il nostro potere personale in modo naturale e spontaneo, senza aver bisogno di continue conferme, nel lavoro, nei rapporti con gli altri, nelle scelte delle azioni da intraprendere anche le più semplici.

Se abbiamo delegato le nostre decisioni, di salute, di lavoro o qualunque esse siano, l'essenza di questo fiore color del cielo ci riporta alla nostra saggezza innata, quella che permette alla vita, a nostra insaputa, di continuare a pulsare dentro di noi.

Ascolto interiore, centratura e consapevolezza sono i consiglieri migliori e la loro attivazione passa attraverso Cerato e la sua energia che dona la Fiducia in sè, cessando di dare troppa attenzione alle opinioni altrui.

Un rimedio indispensabile per coloro che stentano a prendere anche le più piccole decisioni senza aver consultato un amico, la mamma, la zia o il vicino di casa, insomma una condivisione mascherata che può portare fuori strada cercando conferme all'esterno. Il rimedio consente di fidarsi del  proprio sentire attraverso l'ascolto interiore, nell'attesa di agire, con direzione, in piena presenza.

GioiaNatura

Scelgo di vivere per scelta, e non per caso.
Scelgo di fare dei cambiamenti, anziché avere delle scuse.
Scelgo di essere motivato, non manipolato.
Scelgo di essere utile, non usato.
Scelgo l'autostima, non l'autocommiserazione.
Scelgo di eccellere, non di competere.
Scelgo di ascoltare la voce interiore, e non l'opinione casuale della gente.

(Eileen Caddy, dal libro Dieci passi per aprirsi all'amore)